SENSIBILIZZARE AD UNA REGOLARE E ADEGUATA ASSISTENZA ALLE PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI 

Negli ultimi decenni, ed ancora per circa vent’anni almeno, il bisogno di assistenza delle persone anziane è stato, e sarà, in crescita. Il bisogno di assistenza è determinato sia dall’allungamento della vita media, sia dall’aumento percentuale della popolazione “anziana”, sia dalla differente composizione dei nuclei familiari rispetto al passato. 
Molti giovani si trovano a dover organizzare le attività di cura dei propri genitori non più autosufficienti, genitori che spesso fanno resistenza all'idea di entrare in una Casa di Riposo e vogliono continuare a rimanere nella loro casa. 
Le famiglie, soprattutto in questo periodo, si focalizzano primariamente sul costo mensile di una prestazione di assistenza ai propri cari. Questa focalizzazione sul “costo immediato percepito” ha, quale conseguenza, la ricerca della apparente soluzione più economica che spesso va a discapito di qualità e regolarità dei contratti instaurati con i soggetti eroganti l’assistenza, le cosiddette “badanti”. Tale situazione di fatto porta oggi quale conseguenza l'instaurazione di una grossa percentuale di contratti irregolari (del tutto o in parte).
Tale irregolarità va a colpire nel medio termine proprio l’economicità della prestazione assistenziale anche per il rischio di contenziosi. Questo, unito ad esempio ai costi di reperimento dell’assistente, ovvero della sua sostituzione-integrazione in caso di bisogno, portano quindi il contratto regolare ad essere anche maggiormente economico rispetto alle soluzioni irregolari.
Uno dei passaggi per migliorare le criticità dell’attuale stato di fatto è quello di aumentare la consapevolezza nelle famiglie rispetto ai benefici di un contratto regolare di assistenza del proprio caro.
Questo è l'obiettivo che CEDOCS si è posto, in collaborazione con l'associazione di assistenza delle cooperative AGCI e con il sostegno dell'Ufficio Anziani e Distretti sociali della Provincia Autonoma di Bolzano.
Il progetto raggiunge i nostri concittadini attraverso la proiezione di brevi video-clip in sale cinematografiche della nostra provincia e attraverso servizi di sensibilizzazione trasmessi da Tv locali.e Sociali

Video per il pubblico delle sale cinema


 
Iniziativa sostenuta dalla Provincia Autonoma di Bolzano - Politiche Sociali
Image
­